martedì 26 aprile 2011

La scelta

Ormai è volata quasi una settimana.
Quando è arrivato quel messaggio di Nina…l’ho lasciato lì, un giorno, in attesa!

… è che mi ha trovato in un brutto momento!

Uno di quei momenti in cui ho tanta voglia di piangere… e non so bene il perché!
Quando si risveglia quel senso di rabbia e vuoto.
Quando palpo quella fatica di vivere, e mi chiedo cosa voglio ancora.

Passavo l’aspirapolvere per casa (eh, che poesia!) e la mia testa ribolliva di pensieri!
Rimettevo in discussione tutto. Me stessa.
Quando quella tristezza mi assale, comincio a vedermi in maniera distorta.
Tutto viene messo sotto la lente d’ingrandimento, e qui prende nuova forma,
giusta o sbagliata che sia!

E il pensiero continuava a posarsi su noi due.
Sulla nostra bella coppia … ma quante volte mi manca quel filo sottile.
Possibile che -tra noi- l’Amore debba essere un segreto?

Poi è arrivata lei. Col suo sguardo indagava i miei occhi lucidi.
Non ho dovuto pregarla al silenzio, tanto non parla ancora!
Con te avrei mentito uno starnuto da polvere,
...avresti capito?... Ma non c’è stato bisogno.

Ogni tanto ritorna, quella disperazione. Poi, com’è venuta, se ne va.
E ogni volta mi ripeto che un giorno ce la farò a non ascoltarlo più, questo fastidioso sottofondo! Accadrà.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

Cara Nina,
cosa potevo risponde, al tuo premuroso messaggio?
Ripensandoci, avrei potuto raccontarti che le tue cartoNine, ancora una volta, mi ridestavano stati d’animo impetuosi.

Ho vinto il tuo premio, onoratissima, sempre più grata e stupita, man mano che riuscivo a leggere gli altri partecipanti al Contest.
L'ho vinto in un momento in cui la mia autostima è a livelli minimi (l’avevi capito dall’esuberanza della mia “esultanza”(??)?)

La scelta è stata dura, ma alla fine ce l’ho fatta, e sotto la spinta del mio umore, ho deciso!

Il mare (che adoro) come filo conduttore. Come Aliseo.
Tre cartoNine; per il passato, il presente, il futuro.

Ho scelto "ombrelli" per tanti motivi diversi.
Come non concederle il riconoscimento di avermi portato alla vittoria?
Come non ricordare, attraverso questa cartoNina, alcuni, tra i momenti più belli della mia vita?
Come non amarla di più, scoprendola legata a De Gregori.
Come non rivedere, nei suoi ombrelli, i miei tre figli, e sperare di trovarli chiusi, verso la pioggia della mia tristezza, e aperti, alla gioia della mia allegria.

Ho scelto "piovono risa", illuminata da un commento di verderame al tuo post.
Lo riporto. Non me ne voglia l’autore!
...e poi una pozzanghera di sorrisi da infradiciare d'amore anche l'umore più nero.
perché, poi, è questo che mi riporta alla realtà; il sorriso, le tenerezze, le sonore risate dei miei bambini.

Ho scelto "chi raccoglie conchiglie" per rappresentare il futuro.
Ancora loro, ancora tre, due femmine e un maschio, adulti.
Sono loro che raccoglieranno le conchiglie -pezzi di me- dopo le tante mareggiate.
Ce ne saranno di bellissime, di brutte e di rotte.
Sceglieranno le più belle, da portare alle loro case.
Io spero che siano poche, quelle da ributtare al mare!

Ancora immensamente grazie, a te e al tuo poeta, che ti disegna sulla sabbia.

Tri mamma

5 commenti:

  1. Le tue parole lasciano intravedere una persona assai più ricca interiormente di quel che crede e che dice di sè. Il tuo sguardo sa cogliere ciò che è oltre la superficie.
    L'amore il più delle volte non è come ce lo raccontano i libri e i film...
    Un abbraccio affettuoso. E sincero.
    E ora un rimprovero: 3:37? Oh, no! L'hai fatto ancora! ;)

    RispondiElimina
  2. vorrei abbracciarti, proprio ora.

    "Poi, com’è venuta, se ne va." Lo stesso qui da me.

    Bello scoprire come un gioco dietro a ogni parola le immagini a me care.

    Presto da te, i tuoi segni di (a)mare.


    Nina

    RispondiElimina
  3. Mi hai toccato il cuore. Un abbraccio, Tri.

    RispondiElimina
  4. Ecco...io veramente non so che dire...e non mi capita spesso...
    Il fatto che tu abbia vinto il contest di Nina..non poteva che essere un segno della tua sensibilità...una di quelle Conchiglie che ho raccolto...e che sono contenta di averlo fatto..perchè quando cerco nelle tasche e ti trovo...è sempre un'emozione...

    RispondiElimina
  5. che dire? Un grazie, a voi che condividete anche le mie paturnie!
    Vi assicuro che tratterrò tutti gli abbracci, e mi ci avvolgerò, la prossima volta che arriverà la burrasca.

    @SuSter: i complimenti mi fanno arrossire... e anche i rimproveri! :P
    è che di notte litigo meglio, con le parole e coi link! non lo faccio più, promesso, almeno fino alla prossima volta! ;)

    @ZiaAtena; benvenuta e grazie... e come mia abitudine... ora corro a curiosare tra le tue tasche!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...